Assign modules on offcanvas module position to make them visible in the sidebar.

Our school

Carlo IV

Carlo IV (nato il 14 maggio 1316, deceduto  il 29 novembre 1378) fu il figlio di Elisabetta di Boemia e di Giovanni di Lussemburgo. Conte di Lussemburgo, margravio di Moravia, re d’Italia, di Borgogna, di Germania – imperatore romano, ma soprattutto undicesimo re di Boemia, soprannominato il Padre della patria.

L’infanzia di Carlo IV, il cui nome originario era Venceslao, non fu sempre idilliaca – non ha mai avuto un buon rapporto con la madre con la quale, a causa di liti tra i genitori, non si vedeva spesso. A sette anni fu mandato in Francia dove apprese i futuri obblighi di sovrano e dove studiò arte libera e lingue. E da Francia provviene anche il suo nome Carlo. Parlava fluentemente cinque lingue, sapeva leggere e scrivere, il che per i sovrani dell’epoca non era cosa comune.

Le mogli di Carlo IV

Già da bambino Carlo si sposò con la cugina di Carlo IV il Bello, con Bianca di Valois, e soggiornava presso la sua corte. Tuttavia Bianca di Valois morì molto presto e siccome non ebbe nessun figlio con il suo coniuge, Carlo IV si sposò nuovamente nel 1349 con Anna di Baviera. Anch’ella però morì poco dopo sicché la sua terza moglie divenne Anna di Schweidnitz nel 1353. Lei mise al mondo suo filgio, che fu poi erede di Venceslao IV. L’ultima moglie di Carlo, dopo la morte di Anna di Schweidnitz, fu Elisabetta di Pomerania, nel 1363. Ad eccezione del primo matrimonio Carlo IV considerava quelli successivi come meri atti politici.

Un anno dopo il 1333, quando fu nominato margravio di Moravia su forte richiesta della nobiltà boema (e occupò per qualche tempo questa posizione insieme a suo padre Giovanni di Lussemburgo), Carlo tornò a Praga. La città era devastata, il Castello di Praga inabitabile. Al giovane margravio fu concessa una somma di denaro dalla Città Vecchia di Praga grazie alla quale acquistò dal pegno alcuni castelli, tra i quali anche quello di Křivoklát, nel quale si nascondeva spesso da bambino.

Carlo IV e la prosperità del paese

Il periodo di governo di Carlo IV fu per le Terre della Corona Boema un periodo di pieno sviluppo e prosperità. Fu proprio Carlo IV il fondatore del sistema statale chiamato Terre della Corona Boema. Questa unità non era dipendente dal sovrano o dalla dinastia regnante. La bolla emessa nel 1356, di cui faceva parte questa decisione, consentiva allo stesso tempo l’elezione di un sovrano nel caso in cui la dinastia regnante non avesse nessun erede.

Venne fondata la Città Nuova di Praga, fu costruito sulla Moldava, al posto del vecchio Ponte di Giuditta, il Ponte Carlo, venne istituito il Castello di Karlštejn e nel 1348 l’Università Carolina. Con la posa della pietra angolare dell’università boema Carlo fondò la prima università d’oltralpe.

Carlo IV ha contribuito in buona misura anche alla ricostruzione del Castello di Praga. Avviò la ricostruzione del Vecchio palazzo reale. Vennero rinforzate le fortificazioni del castello e la Cattedrale di San Vito iniziò ad assumere sembianze gotiche. Il re fece trasferire alla Cattedrale anche le reliquie di santi e sovrani. Grazie alla carica di Carlo il Castello divenne poi la dimora dell’imperatore e Praga la metropoli del Sacro Romano Impero.

L’imperatore, il quale morì di polmonite che contrasse in seguito alla frattura del collo, è sepolto nella tomba reale della Cattedrale di San Vito al Castello di Praga accanto alle sue mogli.