Assign modules on offcanvas module position to make them visible in the sidebar.

Our school

Lo stile gotico è lo stile del 12° - 16° secolo. I primi edifici gotici sono appariti in territorio ceco nel 13° secolo intorno all'anno 1230. Però in Castello di Praga non incontriamo alto stile gotico, perché in questo periodo si costruiva raramente in Castello di Praga.

Il Nuovo palazzo reale

La ricostruzione principale del Castello di Praga nello stile gotico si è svolto durante l'epoca di Carlo IV. Nell'anno 1333 il Carlo IV è tornato dalla Francia (quando non era ancora il re) ed ha trovato il Castello trascurato e desolato. Aveva deciso di ricostruire il Castello secondo il modello del palazzo in Francia in modo che poi avrebbe potuto comodamente vivere lì.

Il Nuovo palazzo reale si creava nella parte conservata del palazzo romano, mentre lo ha allargato anche in direzione nord ed ovest. Il nome del costruttore edile non si conosce. Durante il regno del Venceslao IV. (il figlio di Carlo IV.) sono state costruite altre due ante. Al posto della cappella romanica del palazzo è stata creata bellissima chiesa gotica - La Cappella di Ognissanti.

Quella volta si chiamava Il Nuovo palazzo reale o Palazzo di Carlo, ma oggi lo chiamiamo "Il Vecchio palazzo reale".

Cosa è rimasto:

  • Dal palazzo reale di Carlo è conservata la striscia del portico. Però soltanto tre sono visibili da sopra dalla Cattedrale gotica. Nel livello dei portici s'è conservato tutto il piano costruito durante l'epoca del Carlo IV e ricostruito nell'era del suo figlio Venceslao IV.
  • Dal secondo piano del Palazzo di Carlo sono rimaste le pareti perimetrali che più tardi sono state utilizzate durante la costruzione della Sala di Ladislao.
  • Della meravigliosa Cappella di Ognissanti è rimasto poco: i pilastri di sostegno e i muri fortificati delle finestre originali.

La Sala di Ladislao

La Sala di Ladislao è la costruzione del tardo gotico. Questa costruzione ha reso famoso il sovrano Ladislao II. Jagello (la fine del 15° secolo) La Sala di Ladislao era la più grande in Europa di tutte aree arcuate in quel era e rappresentava la grande forza della tecnica edile. É lunga 62 metri, larga 16 metri e 13 metri alta. Durante costruzione della Sala di Vladislao era necessario demolire secondo piano del Palazzo di Carlo dal quale sono rimaste solo le pareti perimetrali.

Cosa è rimasto:

  • La sala di Ladislao è stata conservata fino adesso. É un posto da cerimonia dove il Presidente della repubblica sottoporre il promesso e in questo posto si conferiscono onorificenze.

Fortificazione

La fortificazione romana era sufficiente durante l'epoca gotica. Il re Carlo IV l´ha fortificata soltanto nella parte del sud. L'ha completata con le mura fortificanti (fortificazione di Zwinger) e con il fossato.
Nota: La mura fortificante è un tipo della mura spostata davanti dalla mura principale. L'area in mezzo ai entrambe mure è sufficientemente largo per poter operare con la tecnica militare chiamata Zwinger.

Cosa è rimasto:

  • Le mura di Zwinger nel sud, oggi edificata nella parte di Maria Teresa, è la base della facciata del sud.

La Cattedrale di S. Vito

La Cattedrale di S. Vito (in modo corretto La Cattedrale di S. Vito, Venceslao ed Adalberto di Praga) hanno iniziato a costruire nell'anno 1344 secondo il modello francese. La Cattedrale doveva sostituire la basilica romanica di S. Vito e doveva accogliere fino a 8000 credenti.

La Cattedrale di S. Vito è il tempio con la galleria di coro, con cappella e con il sistema di sostegno interno. Rappresenta l'apice dell'ingegneria edile. Per leggere di piú sulla Cattedrale clicca qui.

I costruttori della Cattedrale di S. Vito:

  • dall'anno 1344 Matthias di Arras
  • dall'anno 1356 Petr Parler (costruttore del Ponte Carlo)
  • poi i suoi figli Venceslao e Giovanni.

Durante questo periodo lavoravano in Cattedrale 27 tagliapietri, 7 muratori e 52 manovali.

Cosa è rimasto:

  • La parte gotica originale della Cattedrale inizia sulla piazza di S. Giorgio e finisce con la Grande torre del sud.

Ricostruzione della fortificazione

Il re ceco e l'imperatore romano Carlo IV non è riuscito a costruire tutto ciò che voleva. Non l'ha riuscito nemmeno il suo figlio Venceslao IV. Crociata Hussita aveva interrotto per un lungo periodo tutti i lavori edili in Castello e gli sovrani cechi hanno smesso di utilizzare questa residenza. Alla fine del 15° secolo Ladislao II ha iniziato di utilizzare di nuovo il Castello di Praga ed ha ricominciato con altri ricostruzioni.

Proprio Crociata Hussita hanno costretto Ladislao II per ricostruire la fortificazione. Queste guerre significavano tanti cambi in modo di conquistare i castelli: arme da tiro erano più precise, soprattutto pezzo d'artiglieria. Finora il sistema della difesa del Castello di Praga non era sufficiente e per questo motivo il re Ladislao II nell'anno 1484 ha modernizzato la fortificazione.

Nella parte del nord ha aggiunto la fortificazione di Zwinger con tre torri con i pezzi d'artiglieria che ci sono fino adesso: chiamate Mihulka, La Nuova torre bianca e torre Daliborka. Nella parte del sud hanno ricostruito alla vecchia fortificazione la nuova bastione per pezzo d'artiglieria. La fortificazione ha ottenuto il corridoio coperto di difesa con le cannoniere. Coperte con tetto per il motivo che ai soldati non si inumidirebbe il polvere da sparo.

Cosa è rimasto:

  • Il corridoio di difesa della fortificazione del nord lo possiamo vedere dalla Nuova torre bianca nel Vicolo d'Oro
  • É rimasta anche la torre del pezzo d'artiglieria Mihulka (chimata anche La Torre delle polveri).